confessione prenatalizia.

sono il giardino segreto ,

un’isola materna e accogliente,

lontana dal rumore del mondo.

gli altri ti regalano sempre quello che chiedi.

eternamente ingenua credevo mi bastasse per sentirmi speciale.

mi sento svuotata e abbandonata ogni volta che resto sola nel mio giardino

mentre chi mi fa brevi e sporadiche visite vive la sua vita fuori dal mio giardino.

ho sbagliato , ancora.

ho provato a dare un senso al ritiro,restando in contatto con alcune persone, ma un ritiro ha senso soltanto se resta fedele a se stesso.

in solitudine.

manca ancora qualche addio( semmai dio esistesse).

in umore natalizio veritas

la mia immaginazione è offuscata, io sono confusa.

sarebbe stato meglio tacere e chiudere la porta senza ferire , senza spiegare.

non so oramai quello che è giusto o sbagliato.

non so più dare voce al mio pensiero divergente.

non sono più speciale.

spero di avere ancora qualcosa da dire.

chissà

4 thoughts on “confessione prenatalizia.

  1. è un testo talmente denso che ci rifletto da oggi in poi ogni sera, nel tempo dell'avvento.

    E credo che chi vive come te nell'isola – e nel suo giardino segreto – possa ancora dire…qualcosa

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.