Da lontano di Pierluigi Cappello



Da lontano

Qualche volta, piano piano, quando la notte

si raccoglie sulle nostre fronti e si riempie

di silenzio,

e non c’è più posto per le parole,

e a poco a poco si raddensa una dolcezza

intorno

come una perla intorno al singolo grano

di sabbia,

una lettera alla volta pronunciamo

un nome amato

per comporre la sua figura; allora

la notte diventa cielo

nella nostra bocca, e il nome amato

un pane caldo, spezzato.




di

Pierluigi Cappello

Mandate a dire all’imperatore.

Ed. Crocetti 


4 pensieri riguardo “Da lontano di Pierluigi Cappello

  1. oggi …ho ascoltato per la prima volta la voce “automatica” che “legge” la poesia. L'editore è diventato per la voce “Ed Crocetti” che sembra il nome di un attore italo-americano eh eh eh

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.