Accidenti ho pensato!

È drammatico svegliarsi con una consapevolezza piena , con una visione dell’essere umano, dell’esistenza e crederci per almeno un’ora.

Mi è sembrato di vedere chiramente ogni essere umano condannato alla solitudine e disperato già alla nascita arrabattarsi per restare vivo, condannato a conservare la propria vita senza conoscerne lo scopo.

Li ho visti tutti persi nel vuoto a cercare di riempire lo spazio e il tempo come meglio possono. Inconsapevoli per lo più.

E io per prima, consapevole di non aver capito nulla mi sento attraversare da un sentimento che pensavo mi fosse estraneo, la compassione.

Mi sento parte di questo delirio, e provo anche pena. Pena per ognuno di noi.

Spero di abbandonare queste sensazioni appena avrò finito il cappuccino perché io preferisco la solitudine e sentirmi immersa in un nulla che coinvolge tutti mi infastidisce.

La compassione non è un sentimento che mi riconosco, me la scrollerò di dosso.

Voglio una solitudine tutta mia

6 pensieri riguardo “Accidenti ho pensato!

  1. Cara Lalla, ahimè, come mi riconosco nelle tue parole. In tutte. E in ogni sfumatura.
    E non è un sentimento all’occorrenza, ma qualcosa che da tempo vado formulando.
    Adesso ritrovo quanto da me rimuginato e rosolato e maturato nella tue parole. Lo ritrovo identico, compassione e reazione a questa, comprese.
    Ciao, con affetto.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.