Frammenti

La lampada è andata in pezzi durante il trasloco.

La conservo in una scatola.

Oggi ne ho preso un pezzo ne ho fatto un anello.

Voglio ricordare la felicità del momento in cui mi è stata donata, voglio ricordare la mia sorpresa per una scelta così aderente al mio gusto. Voglio ricordare il calore e la luce che ha dato per anni alle mie notti e ai miei pensieri.

Una parte per il tutto. Tutto il buono che c’era.

Fare di frammenti un intero.

Scrittoio minimalista

Era marrone e nero e aveva zampe coniche malconce. Pensavano fosse da buttar via ma io me ne sono innamorata e gli ho dato un nuovo aspetto.

Adesso accoglie i miei pensieri mattutini e mi aiuta a registrare i sogni notturni: ha una nuova vita.

Mi hanno regalato un poggiapiedi che è diventato uno sgabello dopo una bella verniciata. Manca solo un cuscino morbido.

La mia finestra sul mondo è perfetta così.

La adoro. E adoro il fai da te.

Accettabile imperfezione

La casa si trasforma lentamente.

Di due comodini ho fatto un mobiletto .

Lo specchio con cornice in legno gentilmente donatomi da persone squisite acquista una sua identità,” accettabile imperfezione”, che oramai è la mia stessa a dirla tutta.

Non so ancora esattamente dove collocarli ma stanno già definendo la stanza.

E io sorrido perché scopro di amare il bianco, il grigio, l’oro e il perla iridescente . Tutti insieme ancora meglio.