Caffettiera

È il mio primo discorso solitario al mattino

“ecco, sei pronta. Adesso accendo il gas e darai il meglio di te come sempre.

Ecco arrivooo, non borbottare, ho sentito. Corro.

Uhm che profumino! Sei la mia certezza!

Grazie, ora ti onoreró non lasciando nemmeno un goccio di caffè. “

Breve, storia di singletudine.

Abbandono italiano

Abbandono italiano.

Mi hanno regalato una storia ieri.

“In questa casa passavamo l’estate ed eravamo 19 persone in due stanze.Era meraviglioso condividere il sonno e ogni ora della giornata. Avevamo poco ma avevamo tutto per essere spensierati. Poi siamo cresciuti e ci siamo persi. È tutto cambiato”.

Una nostalgia forte di un tempo in cui queste caffettiere  borbottavano allegramente e che sono state abbandonate con delicatezza. Portare via da una casa le caffettiere, forse, sarebbe stato come dichiarare  il fatto che non sarebbero più servite lì. Un abbandono mai interiorizzato.