Accettabile imperfezione

La casa si trasforma lentamente.

Di due comodini ho fatto un mobiletto .

Lo specchio con cornice in legno gentilmente donatomi da persone squisite acquista una sua identità,” accettabile imperfezione”, che oramai è la mia stessa a dirla tutta.

Non so ancora esattamente dove collocarli ma stanno già definendo la stanza.

E io sorrido perché scopro di amare il bianco, il grigio, l’oro e il perla iridescente . Tutti insieme ancora meglio.

Lo ammetto

lo ammetto, questo blog è caotico , quando ho unito i due blog non ho controllato tutti i post e i link.

che caos!

ho deciso che impiegherò le prossime ore a verificare tutto. nessuna fretta ma vorrei prendermi cura di queste pagine in cui scopro a distanza di tempo sfaccettature della mia personalità che mi sfuggono o che tento di ignorare.

essere in ” work in progress” è vivere.

stay tuned

love lallaluce ( ennesimo pseudonimo)

infinitamente e indefinitivamente mesenza fine