Prana e mantra

Pronti per la consegna tre piccoli gioielli in tessuto dipinti a mano e ricamati dalla sottoscritta. Effetto morbido dato dalla leggera bombatura.

Minimalista, semplice e chiaro,questo è il risultato della sinergia mente corpo di me medesima.

La foto non è delle migliori, ma come sempre non ho tempo per la perfezione. (Segue sogghigno)

Respira e ripeti i mantra OM e RAM e accogli il cambiamento.

Addio bambini , presto tornerete a casa in questa nuova veste( si perché ho usato quadri preesistenti)

riciclare è un piacere.

Bist du bei mir

Per un regalo personalizzato destinato ad una coppia di sposi amanti della musica la committente (che parola professionale!) , dico meglio , la mia amica ha scelto questa musica.

L’idea del vassoio le è piaciuta subito. Un oggetto semplice per colazioni a letto per continuare a farsi le coccole tra novelli sposi.

Ho fatto un primo progetto naufragato durante la realizzazione per disattenzione e inesperienza. Sono passata al piano b di cui allego foto.

Un vassoio grezzo è stato colorato, incollato, resinato e arricchito di dettagli oro e argento.

La semplicità ha prevalso. Io sono contenta. La perfezionista chiusa nella mia testa protesta e io la metto a tacere con fatica. Ecco il risultato

Vassoio

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Bist_du_bei_mir


Un pensiero per Stefania.

Una donna, una signora che ama dire Sì alla vita.

Sì, signora! Viene da risponderle perché lei è anche autorevole!

È con questo flusso di pensieri che nasce un ritratto concettuale e incompleto di Signora.

Si(gnora)

E l’accento può essere interpretato come un apostrofo S’ignora.

Cara Stefania, ti ricordo che a volte un Sì è impossibile da pronunciare e allora che si fa ?

S’ignora, si, signora mia, si ignora.

Velvet dream

Ho sempre l’impressione che ci sia bisogno di una nuova borsa fatta da me in giro per il mondo. Un oggetto essenziale. Ad ogni donna la sua. Questa è per una donna elegante che mi ha chiesto una borsa capiente e soprattutto leggera. Io ho interpretato così in accordo con i colori autunnali. L’interno è di un viola lucido e brillante per un guizzo di energia.

Porta

Nientità

Abbiamo un privilegio rispetto agli altri animali, sappiamo comunicare attraverso un linguaggio verbale complesso. Alcuni sono consapevoli di fare delle scelte tra i lemmi, alcuni non sanno nemmeno di farlo o di poterlo fare. Scegliere.

Nientità è una delle mie parole preferite. Ho bisogno di scriverla, di vederla, di sentirla.

Questa volta è sulla porta del mio studiolo e dietro quella porta ci sono libri, il tutto.

Ecco, la mia essenza ruota intorno a questo.

“E tu, che lemma scegli ? “