Nella macchia

Singolare e plurale

Per la prima volta ho camminato lungo un sentiero nella macchia tracciato dai cavalli . È un atto di fiducia nel loro istinto ed è stato ben riposto.

Un cinghialotto si è spaventato, poverino. Non si aspettava certo di vederci. È corso via in un lampo.

Caffettiera

È il mio primo discorso solitario al mattino

“ecco, sei pronta. Adesso accendo il gas e darai il meglio di te come sempre.

Ecco arrivooo, non borbottare, ho sentito. Corro.

Uhm che profumino! Sei la mia certezza!

Grazie, ora ti onoreró non lasciando nemmeno un goccio di caffè. “

Breve, storia di singletudine.

Ricordo

Era il 24 marzo 2016.
Ho camminato molto quel giorno. Mi piace sentirmi una turista nella mia città. Cammino e osservo. Sguardi meravigliati e sguardi disattenti sotto lo stesso cielo.
C’era un cielo inquieto in quel primo pomeriggio di marzo e molti passi si fecero veloci in pochi istanti.
Io, lo ricordo bene, ero felice che arrivasse il temporale; amo quell’energia dirompente che si prepara a dare il meglio di sé.
Il temporale è una promessa di cambiamento. E io mi fido delle nuvole.

Velvet dream

Ho sempre l’impressione che ci sia bisogno di una nuova borsa fatta da me in giro per il mondo. Un oggetto essenziale. Ad ogni donna la sua. Questa è per una donna elegante che mi ha chiesto una borsa capiente e soprattutto leggera. Io ho interpretato così in accordo con i colori autunnali. L’interno è di un viola lucido e brillante per un guizzo di energia.