madri

ci sono madri che non lo diventano mai veramente;

restano figlie.

si occupano della sussistenza: vestono, lavano, nutrono la figlia come fosse una bella bambola. le bambole non hanno bisogno di altro.

le bambole non hanno pensieri ,le bambole non hanno desideri, le bambole non hanno paura.

e se quella bambola diventa forte, se sa crescere da sola, poi può diventare madre della propria madre; capace di sostegno, consolazione e cura.

equilibri inesistenti, ruoli rovesciati e tanta solitudine.                                                                                                                                                                            

ma sono cattive madri??

inconsapevoli bambine mai cresciute

impossibile odiarle, impossibile amarle.

madri-figlie di figlie-madri che madri forse non lo saranno mai.

lalla

                                                                                  le cattive madri di g.segantini 1894